uBlock Origin, guida su come configurarlo.

uBlock origin guida configurazione

Le pubblicità su un blog sono importanti per chi crea un sito internet poichè grazie ad esse si ha un piccolo introito che gli permette di mantenere i costi di gestione. Inoltre si viene anche ripagati del tempo e del lavoro e della dedizione che uno mette nella pubblicazione di contenuti.

Alle volte però accade che le pubblicità sono talmente tante, o addirittura aggressive, che diventano fastidiose tanto da intralciare la lettura. A questo punto si può ricorrere ad un blocker di publicità da installare come estensione per il nostro browser, che sia chrome o firefox.

Quello che vi consiglio io per efficienza e leggerezza è uBlock Origin.

Installazione e configurazione di uBlock Origin

Per prima cosa dovete cercate su google l’estensione in base al vostro browser:

  • uBlock per Chrome: Link
  • uBlock per Firefox: Link

Per l’installazione basterà cliccare su “Aggiungi estensione” e in pochi secondi vi ritroverete l’icona di uBlock in alto a destra nella barra del browser.

Per configurarlo dovete entrare nella dashboard cliccando sull’icona di ublock e poi sui tre cursori orizzontali posti sotto il grande pulsante blu.

All’interno della dashboard:

Sceda Opzioni – Privacy:

  • Disattiva pre-fetching (per evitare qualsiasi connessione per le richieste di rete bloccate);
  • Disattiva la revisione dei collegamenti ipertestuali;
  • Impedisci a WebRTC di rivelare l’indirizzo IP locale.

Scheda Filtri di terze parti: qui dobbiamo caricare delle liste esterne per impedire la comparsa delle notifiche dei cookie.

  • Cliccando qui comparirà un messaggio che vi chiederà in automatico di aggiungere la lista.
  • Altra lista interessante da poter aggiungere è “NoCoin filter list“. Cliccate sul link, copiate tutto il testo ed incollatelo nella scheda “Filtri di terze parti – personalizzate – importa”.

Se avete un pc poco potente si può diminure il carico di lavoro sulla CPU andando nella scheda “Filtri di terze parti” e mettendo la spunta a “Ignora filtri cosmetici”.

Se non ci tenete troppo alla grafica potete impedire lo scaricamento dei font personalizzati dei siti web, andandoli a sostituire con quelli del browser: “Scheda Opzioni – Blocca font remoti”.

Tutto qui. In passato c’erano più settaggi da impostare in quest’estensione ma con gli aggiornamenti si è ottimizzata sempre più e, ad oggi, le impostazioni di default sono già configurate bene.

Se utilizzate Mozilla Firefox vi consiglio di dare uno sguardo a questa guida per velocizzarlo: https://migliorsoluzione.it/mozilla-firefox-ottimizzarlo-e-velocizzarlo/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *